14 luglio 2020
Aggiornato 06:00
Cronaca

Incidente nei cieli di Tronzano: l'identità delle vittime

Questa mattina nell'incidente aereo dove è esploso un Aw609 Agusta Westland sono morti carbonizzati Pietro Venanzi, 53 anni, pilota Agusta di Sesto Calende e Herbert Moran, ex pilota della Marina americana originario dell'Oregon ma residente a Varese

SANTHIA' – Questa mattina nell'incidente aereo di Tronzano sono morti Pietro Venanzi, 53 anni, pilota Agusta Westland, residente a Sesto Calende (Va) e Herbert Moran, ex ufficiale dell'esercito Usa originario dell'Oregon ma residente a Varese.

I due, collaudatori, stavano effettuando un volo di prova di un convertiplano Aw609 Agusta Westland, velivolo in fase di certificazione, in vista della futura commercializzazione per il mercato civile. L'aeroplano era partito dallo stabilimento Augusta Westland di Vergiate, nel Varesino.

Secondo alcuni testimoni oculari il mezzo aereo si sarebbe incendiato in volo e solo l'abilità dei conducenti ha evitato danni a persone o edifici: «Volava basso sulle case ed era in fiamme. Il pilota è stato bravo a portarlo fino sui campi di mais. Se fosse caduto in città, sarebbe stata una strage», ha raccontato una persona presente. «Ho visto una palla di fuoco in cielo, poi una esplosione fortissima e quello strano aereo che cadeva», ha detto un altro.

La Procura di Vercelli ha aperto un fascicolo.