12 luglio 2020
Aggiornato 01:00
Cronaca

Roma: tenta una rapina al supermercato armato di mannaia

E' entrato in un market nella zona del Tuscolano e dopo aver minacciato una delle cassiere si è fatto consegnare l'incasso ed è fuggito. Arrestato dalla polizia

ROMA - Armato di mannaia e taglierino è entrato in un supermercato nella zona del Tuscolano a Roma e dopo aver minacciato una delle cassiere si è fatto consegnare l'incasso ed è fuggito.

LA FUGA - Appena fuori da locale però, gli si è fatta incontro la guardia giurata di servizio all'esterno dell'esercizio commerciale che, vedendolo con il volto travisato, ha intuito di essere di fronte ad un rapinatore ed ha tentato di fermarlo. Il malvivente però è riuscito a divincolarsi e, dopo averlo spintonato, si è dileguato. Subito dopo sul posto è arrivato un poliziotto fuori servizio che, messo a conoscenza dell'accaduto, ha chiamato il 113 e recuperato la mannaia persa dal rapinatore durante la colluttazione avuta con il vigilantes.

LA CACCIA ALL'UOMO - Dopo pochi minuti, due pattuglie della Polizia, una del Reparto Volanti e l'altra del Commissariato di zona, sono arrivate sul posto e dopo aver preso le prime informazioni hanno effettuato una battuta in direzione di dove era stato visto fuggire il bandito. L'azione dei poliziotti si è concentrata soprattutto all'interno di un garage condominiale dove, a dire di alcuni testimoni, il rapinatore era stato visto entrare pochi istanti prima e dove infatti gli agenti hanno recuperato degli indumenti e un taglierino. Passato al setaccio ogni angolo dell'autorimessa, l'uomo è stato stanato e trovato «accovacciato» sotto un' automobile. Invitato ad uscire, il giovane, una volta fuori, ha tentato un ultimo disperato tentativo di fuggire ma è stato subito bloccato dagli uomini in divisa e arrestato.

CONDANNATO A 6 ANNI - Accompagnato in Commissariato, al termine degli accertamenti il malvivente, R.I., romano di 41 anni, è stato arrestato per il reato di rapina aggravata e messo a disposizione dell'Autorità Giudiziaria. Il bottino, non ancora quantificato, è stato recuperato e restituito al direttore del supermercato rapinato. Giudicato con rito direttissimo R.I. è stato condannato alla pena di 6 anni ed 8 mesi di reclusione.