24 giugno 2024
Aggiornato 08:00
Cronaca

La Gdf scova 78 kg di cocaina al porto di Gioia Tauro

La droga era nascosta in un container che trasportava sacchi di farina, proveniente dall'Ecuador. L'operazione, coordinata dalla Dda della Procura di Reggio Calabria, è stata eseguita attraverso una serie di incroci documentali e successivi controlli di casoni sospetti, anche a mezzo di sofisticate apparecchiature scanner

REGGIO CALABRIA - Al porto di Gioia Tauro gli uomini del Comando provinciale della Guardia di finanza di Reggio Calabria e funzionari dell'Agenzia delle Dogane - Ufficio Antifrode hanno individuato e sequestrato un altro ingente carico di cocaina purissima: il quantitativo di stupefacente, circa 78 kg, era nascosto in un container che trasportava sacchi di farina, proveniente dall'Ecuador. L'operazione, coordinata dalla Dda della Procura di Reggio Calabria, è stata eseguita attraverso una serie di incroci documentali e successivi controlli di container sospetti, anche a mezzo di sofisticate apparecchiature scanner. La cocaina sequestrata avrebbe fruttato, con la vendita al dettaglio, circa 16 milioni di euro. L'attività delle Fiamma Gialle, in sinergia con l'Agenzia delle Dogane, si inserisce nell'ambito della più generale intensificazione delle attività di controllo volte al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti nel porto di Gioia Tauro che ha portato, dall'inizio dell'anno, al complessivo sequestro di circa 780 kg di cocaina.