19 dicembre 2018
Aggiornato 10:30

Ridaje, la startup che trasforma i senzatetto in giardinieri urbani

Ridaje! trasforma i senzatetto in giardinieri urbani, puntando su un innovativo modello di business che restituisce dignità alle persone e riqualifica le città

Ridaje, la startup che trasforma i senzatetto in giardinieri urbani
Ridaje, la startup che trasforma i senzatetto in giardinieri urbani ()

ROMA - Ridare dignità all’uomo, integrando i senzatetto nella riqualificazione del verde pubblico, attraverso un modello di business sostenibile che dia lavoro, curando le aree verdi delle città e coinvolgendo anche i cittadini. E’ il progetto di Ridaje!, startup sociale nata dal lavoro contaminante di ricercatori, imprenditori e studenti; alla base, un approccio di business empowerment modellizzato in una recente pubblicazione di ERSHub di Luiss Business School e il supporto per il gardening di Minima Urbania, il primo vivaio urbano universitario, nato all’interno della Luiss Guido Carli come green startup.

«Con Ridaje vogliamo dare un’impronta imprenditoriale alla solidarietà: la nostra missione non è tamponare un’emergenza, ma creare un impatto che duri nel tempo», così Lorenzo Di Ciaccio, CEO di Pedius, una delle anime del progetto. Insieme con lui, Sara Del Vecchio, Communication and Marketing Specialist Pedius, Luca Mongelli, Coordinatore Scientifico ERSHub, Marcello Di Paola, Docente LUISS Guido Carli e Fondatore Minima Urbania e Ahmed Abdel Rahman, CEO di Elysium.

Ridaje si propone di declinare il processo di reintegrazione sociale dei senzatetto con quello del recupero del verde urbano e della realizzazione e gestione di quello privato, tramite un modello di impresa sociale inclusiva in cui i senzatetto possano essere attivati come giardinieri a disposizione della cittadinanza.

Dalla sua recente nascita, Ridaje e i suoi giardinieri hanno già portato a termine un intervento di manutenzione ordinaria al giardino dell’associazioneDiritti al Cuore Onlus, Ong che opera nel campo dei diritti umani e della cooperazione internazionale; un intervento di riqualifica di un’area verde del Mercato Esquilino di Roma; un intervento di manutenzione ordinaria allo Studio Legale Curtis di Roma. Solo a Roma, i senzatetto sono 8000 e le aree verdi del Comune che non godono dell’adeguata manutenzione sono circa 44 milioni di mq: oggi, queste aree possono essere prese in gestione dai cittadini che, grazie al supporto dei giardinieri urbani di Ridaje, possono richiedere collettivamente la pulizia e la manutenzione del quartiere ripristinando il decoro urbano e risolvendo due problemi con un’unica soluzione. Uno degli obiettivi di Ridaje, infatti, è quello di rendere ogni cittadino socio dell’Azienda e quindi di detenere una quota societaria divenendone parte integrante.

Ridaje! verrà presentata a Roma, a Villa Blanc, venerdì 13 luglio 2018 dalle 18,30, nell’ambito di un workshop pensato per creare un momento di confronto tra accademia e mondo dell’imprenditorialità in ambito sociale, per discutere di business model innovativi in grado di favorire l’empowerement di soggetti emarginati in una logica inclusiva. Contestualmente, verrà lanciata la campagna di crowdfunding.