Innovazione | Startup

United Ventures lancia nuovo fondo per startup da 120 milioni di euro

I 120 milioni di euro saranno raccolti nell'arco del 2018 e serviranno per finanziare le startup italiane nella fase «early stage - Roud A». I dettagli

Nuovo fondo Venture Capital
Nuovo fondo Venture Capital (Shutterstock.com)

MILANO - Ben 120 milioni di euro che saranno raccolti durante il 2018 per sostenere lo sviluppo di startup innovative italiane ad alto potenziale di crescita globale. E’ questo l’obiettivo di UV2, il nuovo fondo lanciato da United Ventures SGR, il italiano indipendente di Venture Capital, specializzato in investimenti in società innovative nei settori del software e delle tecnologie digitali.

Si tratta del secondo fondo di investimento lasciato dalla società che, fondata nel 2013 da Massimiliano Magrini e Paolo Gesess, ha investito con il suo primo fondo UV1, che ha raccolto complessivamente 70 milioni di euro, oltre 50 milioni in 5 anni in 13 società tecnologiche «early stage» - fra cui Moneyfarm, Cloud4WI, Musixmatch, Faceit, Loop AI e Mainstreaming - avendo ancora 20 milioni di Euro a disposizione per attività di follow-on sul portafoglio di UV1.

La strategia di UV2, con un focus su investimenti «early stage - Round A», sarà in linea con quanto realizzato fino ad ora. United Ventures continuerà a ricercare i migliori imprenditori italiani che ambiscono a costruire aziende globali nel settore delle tecnologie digitali sia in ambito business, sia consumer. In particolare il nuovo fondo punterà sulle tecnologie abilitanti che permettono di accelerare il percorso di innovazione di settori non ancora digitalizzati, aumentandone la produttività.

Leggi anche -» Fondi di investimento per startup e PMI »

UV2 potrà contare su investitori istituzionali come il Fondo Italiano d’Investimento, l’European Investment Fund, Banca Mediolanum, Banca Sella Holding e Fondazione di Sardegna. «La nostra mission è supportare nuovi imprenditori, o imprenditori seriali, nello sviluppo di imprese tecnologiche che possono innovare radicalmente settori ad alta potenzialità di crescita - ha detto Massimiliano Magrini Co-fondatore e Managing Partner di United Ventures -. L’ubiquità di accesso e la disponibilità di dati consentono di applicare le tecniche di Artificial Intelligence, Machine Learning e Predictive Analytics ad aziende già operanti, così come a start up che decidono di esplorare nuovi mercati e adottare nuovi modelli di business».