fintech

DropPay, il nuovo mobile payment davvero gratuito

DropPay è un sistema indipendente e aperto che non presenta alcuna virtualizzazione e offre all’utente molteplici occasioni d’uso, completamente gratis

DropPay, il nuovo mobile payment davvero gratuito
DropPay, il nuovo mobile payment davvero gratuito (DropPay)

MILANO - Sulla sia delle rinnovate e sempre più digitalizzate abitudini dei consumatori, le startup fioriscono. Un segmento che sta caratterizzando ampiamente il mercato è rappresentato dai mobile payments, mercato che, nel 2016, anche grazie ad alcuni interventi legislativi a livello europeo e nazionale, ha raggiunto la cifra di oltre 600 milioni di euro, aumentando la quota di mercato di un +61% rispetto all’anno precedente.

Il mobile payments davvero gratuito
Su questa scia nasce DropPay, un nuovo sistema di pagamento per scambiare denaro e acquistare nei negozi convenzionati - fisici e online - tramite QR Code. Il sistema, a differenza di molti altri, è davvero completamente gratuito. Non si tratta, infatti, di un wallet (come PayPal) e per l’attivazione del conto non è richiesto quindi di appoggiarsi a carte o a conti corrente bancari già esistenti.

«A differenza di altri sistemi che hanno puntato sulla logica del wallet, di fatto un contenitore chiuso che si appoggia a una carta collegata a un altro conto corrente - sottolinea Orazio Granato, CEO di A-Tono Group -, DropPay è un sistema indipendente e aperto che non presenta alcuna virtualizzazione e offre all’utente molteplici occasioni d’uso, che vanno al di là del semplice scambio di denaro p2p. La rivoluzione di DropPay è anche nell’eliminazione delle commissioni sulle vendite per gli esercenti, una netta inversione di tendenza rispetto ai costi delle transazioni imposti dalla concorrenza».

Come funziona per gli utenti
La registrazione è a zero spese e si effettua in pochissimi minuti interamente da smartphone: basta inserire il numero di cellulare e scegliere una password, quindi digitare il codice di verifica ricevuto via SMS e riempire tutti i campi relativi ai dati personali per scegliere infine un PIN dispositivo con cui effettuare tutte le operazioni. L’app, oltre all’invio e ricezione di denaro in tempo reale attraverso la propria rubrica telefonica e ai pagamenti immediati, consente di disporre bonifici, creare Grant (fondi spese con cui chi fa da garante abilita altre persone agli acquisti di specifiche categorie merceologiche) ed effettuare ricariche telefoniche.

Come funziona per gli esercenti
DropPay è un sistema autorizzato da Banca d’Italia, indipendente dai circuiti tradizionali e aperto, dal momento che consente di effettuare operazioni anche con chi non ha un conto DropPay. Non prevede alcun costo di gestione o commissioni per gli utenti sul trasferimento del denaro e presenta una user experience semplice e immediata, dall’accesso al conto con impronta digitale alle operazioni di pagamento sicure e veloci tramite lo scan dei QR Code. Gli esercenti possono invece convenzionarsi con lo straordinario vantaggio di non dover mai pagare alcuna commissione sulle vendite, senza limiti di transazioni e dunque con un sensibile risparmio sui costi dell’attività commerciale. I titolari di un conto business, che potranno integrare DropPay ai diversi sistemi di cassa e alle piattaforme e-commerce, pagheranno solo un piccolo canone mensile di 9,99 euro, ma solo a partire dal secondo anno (il primo è gratuito).