retail

Questi settori potrebbero sopravvivere ad Amazon

Ci sono davvero dei settori nei quali Amazon non potrà mai davvero competere e impossessarsi del mercato

Questi settori potrebbero sopravvivere ad Amazon
Questi settori potrebbero sopravvivere ad Amazon (Shutterstock.com)

MILANO - Soprattutto negli ultimi anni (e negli ultimi mesi ndr.) sembra che non ci siano settori o mercati che possano - di fatto - sfuggire al controllo di Amazon. Colosso che continua a collezionare successi e che ha contribuito a rendere il suo fondatore Jef Bezos l’uomo più ricco del mondo, capace di scavalcare anche Bill Gates. Di fatto, dopo l’acquisizione milionaria di Whole Foods Market, la concorrente americana Blu Apron Holding ha visto drasticamente scendere le scorte di generi alimentari. Così come sono crollate le catene sportive quando Nike ha accettato di vendere le sue merci sul gigante dell’e-commerce. Ci sono, tuttavia dei settori nei quali Amazon non potrà mai davvero competere e impossessarsi del mercato? Secondo gli analisti che Morgan Stanley guidati da Brian Nowak, sì. Gli studiosi, in pratica hanno ricercato quali potrebbero essere le skill e gli attributi che un’azienda dovrebbe avere per proteggersi da Amazon.

Essere unici
Il primo ostacolo è rappresentato dai beni personalizzati. I beni unici sono quelli a rischiare di meno poiché difficili da trovare e da acquistare attraverso il mercato di Amazon. Tra glie esempi, gli analisti hanno riportato, pacchetti vacanza, abbigliamento formale e beni di lusso.

Regolamento
In questo caso sono i costi a fare la differenza. Più e grande e costoso lo spostamento nello spazio dei beni o servizi, più è probabile che questi beni/servizi non rischino di fronte ad Amazon. Gli analisti di Morgan Stanley hanno ipotizzato come esempio l’assistenza sanitaria, la produzione automobilistica, i servizi finanziari e le telecomunicazioni.

Business model
I prodotti meno redditizi, meno frequentemente ordinati e più pesanti non sono così attraenti per Amazon e per la sua strategia di business. Quindi pezzi di ricambio di auto fai-da-te, arredi per la casa, servizi di cambio valuta, dovrebbero essere immuni dalla concorrenza del colosso di Bezos. Tuttavia, il recente accordo di Amazon con Whole Food dimostra che il colosso potrebbe essere in futuro, interessato a categorie di prodotti diversi.

Parlare con i clienti
Le aziende che sviluppano un’ampia interazione con i clienti a seguito dalla vendita di un articolo, dovrebbero essere lontane dagli interessi di Amazon, secondo gli analisti. I settori più sicuri, a tal proposito, sono la cura sanitaria, il miglioramento della casa e le aziende che producono beni specializzati e customizzati sui clienti.

Negoziazioni di contratto
Più l’acquisto di un bene o un servizio richiede tempo, più è probabile che Amazon non sia interessato a volere una parte nell’azione medesima. In questo caso dovrebbero essere salvi dal colosso di Bezos i contratti industriali delle grandi compagnie che possono richiedere anche mesi per la negoziazione. In questi casi i settori riguardano prodotti farmaceutici, immobiliari e la produzione di auto.