27 febbraio 2020
Aggiornato 22:00
l'interuzzione dalla fine del 2016

WhatsApp scompare dagli smartphone più obsoleti

WhatsApp abbandonerà sei dispositivi mobili e precisamente: BlackBerry, BlackBerry 10, Nokia S40, Nokia Symbian S60, Android 2.1, Android 2.2 e Windows Phone 7.1

ROMA - Avete un cellulare obsoleto? Preparatevi a dire addio a WhatsApp. Gli sviluppatori del colosso che ha cambiato il mondo della messaggistica, ha annunciato che a  a partire dalla fine del 2016 la popolare applicazione non verrà più supportata dai sistemi operativi mobile meno recenti come BlackBerry, BlackBerry 10, Nokia S40, Nokia Symbian S60, Android 2.1, Android 2.2 e Windows Phone 7.1.

WhatsApp si concentra sui dispositivi più usati
E’ chiaro che da quando l’applicazione è stata lanciata nel 2009 l’utilizzo che le persone facevano dei dispositivi mobili era molto diverso dai giorni nostri: il 70% degli smartphone venduti allora aveva sistemi operativi offerti da BlackBerry e Nokia. Oggi, invece, i sistemi di Google, Apple e Microsoft (installati su meno del 25% dei dispositivi venduti sei anni fa) rappresentano il 99,5% del mercato. Il team di WhatsApp ha quindi deciso di concentrarsi sugli smartphone maggiormente utilizzati dagli utenti e aumentare pertanto la loro «prole» nel tentativo di superare il miliardo di utenti annunciato solo poche settimane fa. I sei dispositivi sopraelencati «non offrono il tipo di funzionalità di cui abbiamo bisogno per espandere le caratteristiche dell'applicazione in futuro».

Cambio smartphone entro la fine del 2016
«E’ stato un viaggio sorprendente - sottolinea ancora WhatsApp in una nota - e nei prossimi mesi metteremo ancora più enfasi sulle caratteristiche per garantire sicurezza, da un lato, e offriremo sempre più modi per rimanere in contatto con le persone che ti stanno a cuore dall'altro. Per continuare ad utilizzare WhatsApp, se utilizzate uno di questi dispositivi mobili, vi consigliamo di passare ad una versione più recente di Android, iPhone o Windows Phone prima della fine del 2016».