Genova | Eventi

"Rolli Days" chiude con 83 mila visite

Aderisce per la prima volta anche Palazzo San Giorgio, dove è stato possibile visitare angoli sempre chiusi al pubblico. "Il successo ottenuto - commenta l'assessore alla Cultura Serafini - ci spinge a lavorare ancora di più"

Palazzo San Giorgio
Palazzo San Giorgio (Di s74 (tramite Shutterstock))

GENOVA - Più di 83 mila i genovesi e i turisti che tra sabato e domenica hanno visitato i palazzi nobiliari di Genova per i 'Rolli days', le giornate durante le quali si aprono le porte di splendidi palazzi nobiliari del capoluogo ligure.

L'ASSESSORE ALLA CULTURA - «Un successo - ha detto l'assessore alla Cultura del comune di Genova, Elisa Serafini - che ci spinge a lavorare ancora di più per promuovere Genova nel mondo». «La Notte nei Musei verrà replicata anche il prossimo Capodanno. - assicura la Serafini - Non solo: presto sarà anche possibile dormire in alcuni spazi museali, le vecchie case dei custodi sono dimore splendide, ma vuote. Con i fondi raccolti si potrà restaurare opere e riqualificare gli spazi»

SUL WEB - Successo anche sul web. Il contenuto dedicato ai Rolli Days sul sito Visitgenoa.it ha ottenuto 31.781 visualizzazioni con una permanenza media sulla pagina di quasi 4 minuti. Il picco di visite alla pagina è stato registrato domenica, con 3.924 visualizzazioni da Genova (31%), Milano (25%), Torino (7%), Roma(6%).

BOOM DI VISITE - Più che lusinghieri anche i risultati della Notte dei musei che quest'anno è stata associata ai Rolli Days: dalle 20 alle 23 di sabato 19 sono entrati circa 10 mila visitatori nei musei civici e nei palazzi che hanno partecipato all'iniziativa.

A PALAZZO SAN GIORGIO - Boom di visitatori per Palazzo San Giorgio che per la prima volta è entrato a far parte del circuito dei 'Rolli Days'. Durante le due giornate di apertura, la sede dell'Autorità di Sistema ha totalizzato circa 2500 presenze. Sono stati moltissimi i genovesi ma anche i turisti italiani e stranieri che hanno potuto apprezzare in particolar modo la Sala del Capitano del Popolo, la Sala delle Compere e il Loggiato di norma chiusi al pubblico.

DAL MARE ALLE MURA - Palazzo San Giorgio è stato inserito all'interno del percorso 'Dal mare alle mura' come punto di partenza per visitare i palazzi costruiti dall'aristocrazia genovese grazie ai proventi del commercio e degli investimenti finanziari.

LA STORIA - Palazzo San Giorgio, l'antico 'palazzo del mare' voluto dal Capitano del popolo Guglielmo Boccanegra, successivamente sede della Casa delle Compere di San Giorgio,oggi sede dell'Autorità che governa i porti di Genova e Savona, è simbolo dello storico legame tra la città e il mare.