Firenze | Concerti

Eventi a Firenze, 6 cose da fare giovedì 15 marzo

Concerti, teatro, cultura e tanto altro. Ecco cosa vi attende in città e come fare per non perdere gli appuntamenti migliori della serata

Firenze, 6 cose da fare giovedì 15 marzo
Firenze, 6 cose da fare giovedì 15 marzo (ANSA)

FIRENZE – Dalla musica, allo spettacolo, ai libri. Ecco qualche consiglio per non lasciarsi sfuggire i momenti più interessanti del giovedì sera bolognese

Libri e musica
All'Ibs Bookshop, «Eterni» si presenta a Firenze. Elisa Giobbi — autrice, Francesco Fornasaro — musicista eseguirà alcuni brani al clavicembalo, Gianni Calcinai — attore leggerà degli estratti del libro. Coordina l'incontro Giancarlo Passarella giornalista e conduttore radio tv. ingresso libero — Purcell, Pergolesi, Mozart, Schubert, Bellini, Mendelssohn, Chopin, Bizet e Gershwin: nessuno è arrivato ai quarant'anni. Elisa Giobbi, come sottolinea Arturo Stàlteri nella sua prefazione, ci racconta la vita e le opere di questi eccelsi compositori scomparsi troppo presto. Lo fa con lucidità, senza compiacimenti e, tuttavia, con affetto. Li ama e li fa vivere di nuovo quei personaggi che hanno attraversato l'esistenza respirando più musica che aria. Proprio la «loro» musica, alla fine, ha vinto: è ancora qui con noi e, quindi, lo sono anche i suoi artefici. Li sentiamo vicini, soffriamo, ci esaltiamo con loro e ci troviamo a condividerne debolezze e amore per la vita.

A Teatro
Al Teatro Cantiere Florida, in scena «Macbettu» tratto da «Macbeth» di William Shakespeare. Il Macbeth di Shakespeare recitato in sardo e, come nella più pura tradizione elisabettiana, interpretato da soli uomini. Questo il progetto di Alessandro Serra, regista e fondatore della compagnia Teatropersona. L’idea nasce nel corso di un reportage fotografico tra i carnevali della Barbagia. I suoni cupi prodotti da campanacci e antichi strumenti, le pelli di animali, le corna, il sughero. La potenza dei gesti e della voce, la confidenza con Dioniso e al contempo l’incredibile precisione formale nelle danze e nei canti. Le fosche maschere e poi il sangue, il vino rosso, le forze della natura domate dall’uomo. Ma soprattutto il buio inverno. Sorprendenti le analogie tra il capolavoro shakespeariano e i tipi e le maschere della Sardegna. La lingua sarda non limita la fruizione ma trasforma in canto ciò che in italiano rischierebbe di scadere in letteratura. Uno spazio scenico vuoto, attraversato dai corpi degli attori che disegnano luoghi ed evocano presenze. Pietre, terra, ferro, sangue, positure di guerriero, residui di antiche civiltà nuragiche. Materia che non veicola significati, ma forze primordiali che agiscono su chi le riceve. Info e prenotazioni: 055.7135357 — 055.7130664, prenotazioni@teatroflorida.it

Spettacolo
Al Teatro Puccini, Geppi Cucciari in «Perfetta». Perfetta è un monologo teatrale che racconta un mese di vita di una donna attraverso le quattro fasi del ciclo femminile. Una donna che conduce una vita regolare, scandita da abitudini che si ripetono ogni giorno, e che come tutti noi lotta nel mondo. Ma è una donna, e il suo corpo è una macchina faticosa e perfetta che la costringe a dei cicli, di cui gli uomini sanno pochissimo e di cui persino molte donne non sono così consapevoli. Perfetta è la radiografia sociale ed emotiva, fisica, di 28 comici e disperati giorni della sua vita.

Musica live
Angis Music e il Combo Social Club sono lieti di presentare per la prima volta a Firenze il padre del neo-soul britannico, Omar. Nato a Londra nel 1968, all’anagrafe Omar Christopher Lye-Fook, cantante, produttore e compositore musicale, la sua prima hit è There is Nothing Like This e risale al 1990, anno in cui è stata pubblicata dalla Talkin' Loud, storica etichetta di Gilles Peterson. Oltre alle lodi di un maestro come Stevie Wonder, con cui ha collaborato nel 2006 per il brano Feeling You, e di Erykah Badu (altra collaborazione di rilievo), tra gli artisti che si sono esposti pubblicamente citandolo come un punto di riferimento si trovano anche D'Angelo, Maxwell, Jill Scott, Pharrell Williams e India Arie. «Stevie Wonder – ha detto Omar - rappresenta la mia più grande influenza artistica, quindi muoversi fianco a fianco in una stanza e fare una sessione musicale con lui mi ha davvero esaltato. Il fatto che abbia voluto scrivere una canzone per me è stato fantastico». La voce soul e lo stile unico di Omar lo hanno fatto affermare anche tra il pubblico: i suoi dischi, sempre ben accolti dalla critica, hanno superato il milione di copie vendute e tra i riconoscimenti che ha ricevuto, a fare più effetto, senza dubbio, è quello del 2012: il Member of the Order of the British Empire (MBE) per i servizi resi alla musica. Nel 2015 il suo The Man è stato premiato come miglior album soul nel Regno Unito. Love In Beats, ottavo album uscito nel 2017 per Freestyle Records ospita invece il leggendario Leon Ware, Robert Glasper, Jean-Michele Rotin, Ty, Natasha Watts, The Floacist e Mayra Andrade.

Al Cinema
Dal 15 al 18 Marzo al Cinema Odeon Firenze «Lady Bird», il film-rivelazione di Greta Gerwig con Saoirse Ronan candidato a 5 Premi Oscar, in esclusiva versione originale con sottotitoli. «Lady Bird» è il sofisticato, ricercatissimo soprannome che l’adolescente Christine MacPherson (Saoirse Ronan) sceglie per se stessa. Nata e cresciuta a Sacramento, in California, Christine sogna di trasferirsi in una grande città cosmopolita della costa orientale (o nel luogo in cui gli scrittori si appartano nei boschi) per frequentare una prestigiosa università dove vivere avventure e scovare opportunità a ogni angolo. Giunta all’ultimo anno di liceo, la sua domanda di ammissione al college è povera di crediti extracurriculari, così per accedere al corso di studi dei suoi sogni, la diciassettenne è costretta a iscriversi al club teatrale del suo liceo. Animata da un incontenibile spirito di ribellione, una dispettosa indole anarchica e un’ambizione sfrenata che sogna di appagare lontano da casa, Christine scoprirà nel teatro un posto accogliente, un luogo dove incontrare nuovi amici e fare nuove esperienze; un rifugio dal rapporto complicato con la madre ipercritica e affettuosa, che vorrebbe che sua figlia diventasse «la migliore versione di se stessa», e da un padre rimasto da poco disoccupato. Il giorno della partenza si avvicina, ma l’eccentrica Christine ha ora l’opportunità di esplorare le tappe dell’adolescenza che ha sempre rimandato: le mascalzonate, i balli scolastici, i primi amori.

Benji e Fede a Bologna
Giovedi 15 Marzo alle 15, il Viper Theatre ospiterà nuovamente Benji & Fede per un altro entusiasmante instore. L'accesso è garantito solamente a chi si presenterà all'entrata con cd e Pass Gratuito (che viene rilasciato solamente dai nostri due punti vendita situati nel sottopassaggio della Stazione S.M.N.). I pass saranno di 5 colori diversi in base alla data di acquisto cosicche i primi che avranno acquistato il disco saranno anche i primi ad entrare...l'ordine è il seguente..primi 200 pass di colore BLU....secondi 200 di colore rosso. terzi 200 di colore giallo quarti 200 di colore verde continueremo in ordine progressivo senza limitazioni di pass. Con 1 cd e 1 pass possono entrare 1 adulto (accompagnatore) e 1 un minore.