Esteri | California

Brucia la California: 10 morti, 20mila persone evacuate. Una delle peggiori devastazioni di sempre

Oltre una dozzina di roghi in rapidissima estensione hanno devastato la Napa Valley, la regione vinicola della California settentrionale, uccidendo almeno 10 persone. Migliaia di abitazioni distrutte, 30mila ettari arsi dalle fiamme

SAN FRANCISCO - Oltre una dozzina di roghi in rapidissima estensione hanno devastato la Napa Valley, la regione vinicola della California settentrionale, uccidendo almeno 10 persone e distruggendo centinaia di case. Cominciati l'8 ottobre scorso e alimentati da venti che hanno raggiunto gli 80 km/h, gli incendi hanno costretto all'evacuazione immediata più di 20mila persone nello Stato più popolato della nazione. La Protezione civile della California ha reso noto che circa 30mila ettari sono stati completamente bruciati dai roghi. A detta delle autorità locali, si tratta di una delle peggiori devastazioni nella storia californiana. Secondo i vigili del fuoco, sette persone sono morte nella contea di Sonoma, altre due hanno perso la vita ad Atlas, in quella di Napa, e una a Mendocino. In meno di 24 ore sono divampati più di 18 incendi che hanno distrutto oltre 2.000 abitazioni, minacciandone altre migliaia, ha constatato il governatore del Golden State Jerry Brown in una lettera inviata al presidente Donald Trump. Vista la gravità e l'ampiezza degli incendi, Brown ha chiesto alla Casa Bianca di dichiarare lo stato di calamità naturale in modo da potere sbloccare senza ritardi gli aiuti federali.