18 settembre 2021
Aggiornato 14:30
In primo piano

Oggi il voto di fiducia sul DL anticrisi

Lo scontro tra Fini e Berlusconi

Oggi il Parlamento voterà la fiducia sul decreto legge anticrisi. Una mossa del governo che ha profondamente irritato il presidente della Camera Gianfranco Fini e ha innescato un teso botta e risposta con il premier. «Non c'è nessun omaggio al Parlamento nell'impedire ai deputati di pronunciarsi in Aula su un testo» aveva replicato secco Fini al ministro Vito che ieri aveva giustificato così la decisione dell'esecutivo di far ricorso alla fiducia.

Una scelta che Berlusconi considera indispensabile per far convertire in tempo il decreto, che scadrà il 28 gennaio. «Certamente indispensabile - condivide il presidente della Camera - ma per problemi interni alla maggioranza» sottolinea Fini.