18 gennaio 2022
Aggiornato 02:01
Cronaca

Vergogna al Santuario di Oropa, profanata tomba al cimitero monumentale

A essere preso di mira è stato il cimitero monumentale del Santuario di Oropa, possibile azione di presunti satanisti

OROPA - Ancora una tomba profanata, da presunti satanisti, nel Biellese. È accaduto al cimitero monumentale del Santuario di Oropa, a pochi chilometri dove si era già registrato un evento simile. A fare la macabra scoperta è stata la proprietaria di una tomba di famiglia, che si era recata a mettere in ordine la cappella. Entrata, si è trovata davanti all'orrore: una delle bare, di una donna morta negli anni Cinquanta, era stata aperta e i resti sparsi a terra. E poi i classici simboli satanici: il numero sei vergato tre volte e forse, ma non è chiaro, anche il pentacolo. Croci messe sottosopra, però, pare non ne siano state trovate. Adesso sono in corso sopralluoghi, su altre cappelle, per capire se ci sono stati altri scempi. A colpire è stato lo stesso gruppo di persone, magari diverse però legate a una setta che ha un suo modus operandi, che aveva preso di mira il cimitero di Cossila San Giovanni. Stessa scelta di defunti di sesso femminile, deceduti una sessantina di anni fa, stesse scritte e ossa sparite. Se questi soggetti siano biellesi o provengano da fuori provincia, è quello che dovranno accertare gli investigatori dell'Arma.