30 novembre 2021
Aggiornato 07:30
Sicurezza

Polizia: bloccati tre «topi d'appartamento»

Sono giovani slavi residenti a Vercelli bloccati dalle volanti della Questura di Biella nei pressi di Salussola

BIELLA - Tre vercellesi di origini slave, di età compresa tra i 18 e i 27 anni, sono stati muniti di foglio di via obbligatorio, dalla Questura di Biella, insieme al divieto di mettere piede nei comuni di Sandigliano, Salussola, Dorzano e Cavaglià. Tutto è partito ieri, giovedì 30 novembre, da un controllo che la Squadra amministrativa stava eseguendo nel Basso Biellese. Mentre erano intenti nel loro lavoro, gli agenti avevano notato una Opel Astra, con tre persone a bordo, viaggiare in modo sospetto, tra rallentamenti e rapide accelerate. Un rapido controllo aveva permesso di scoprire che era intestata a un cittadino romeno che faceva già da prestanome per altri 230 veicoli. Tanto è bastato per far intervenire tre volanti e una pattuglia dell'Arma in supporto, al fine di bloccare il mezzo.

CONTROLLI - I tre, fermati, poi, non riuscivano a giustificare la loro presenza sul territorio e due, si è scoperto in seguito, oltre che pregiudicati utilizzavano diversi alias. Inoltre nel bagagliaio del mezzo sono stati rinvenuti guanti, cappelli, torce e altro materiale che ha fatto sospettare ai poliziotti che gli slavi si trovassero in zona per mettere a segno qualche furto. «Non posso che dirmi soddisfatto - ha commentato il questore Nicola Parisi - del lavoro della Squadra Volanti. La Questura di Biella è composta da veri servitori dei cittadini, animati da grande entusiasmo e spirito di servizio».