9 dicembre 2021
Aggiornato 07:30
Cronaca dal Biellese

Bimbi morti in ospedale. Il caso si sgonfia: «Comunque stiamo effettuando verifiche»

Molta cautela dalla Procura della Repubblica sulla notizia legata al nosocomio. In una circostanza, il piccolo, era affetto da una grave patologia neurologica

BIELLA - «Stiamo effettuando le verifiche di rito». È tutto quello che è uscito oggi dalla Procura di Biella, in merito alla notizia dei tre bimbi morti all'ospedale di Ponderano. Uno di questi, figlio di una negoziante del centro cittadino, era affetto da una grave patologia neurologica. Ma il messaggio che vuol far passare il terzo piano di Palazzo di Giustizia è che il nosocomio locale non va criticato, in merito all'assistenza dato alle puerpere. Purtroppo questo genere di notizie si prestano a speculazioni e andrebbero viste nella loro giusta collocazione. Aver atteso per nove mesi la nascita di un figlio e doverlo seppellire appena nato distrugge i cuori di qualunque genitore. Nessuna mamma e nessun papà dovrebbe sopravvivere ai propri figli. Ma la sensazione è che non ci si debba aspettare clamorosi sviluppi dagli accertamenti.