26 maggio 2022
Aggiornato 06:30
Meteo

Bielmonte: piste ancora chiuse e pericolo valanghe

Gli oltre 60 centimetri di neve fresca caduti ieri al suolo sulle montagne Biellesi non hanno bloccato le strade verso la montagne, ma hanno impedito l'apertura degli impianti. L'Arpa Piemonte: «Su tutta la regione l'attività valanghiva spontanea sarà ancora intensa, con possibili distacchi, talvolta, di grandi dimensioni dove i quantitativi di nuova neve saranno maggiori»

BIELLA – Gli oltre 60 centimetri di neve fresca caduti ieri al suolo sulle montagne Biellesi non hanno bloccato le strade verso Bielmonte e Oropa, ma ieri la Provincia ha voluto avvertire di possibili pericoli gli automobilisti diretti in Val Sessera. Lungo le strade che portano al Bocchetto Sessera, sia da Campiglia Cervo che da Trivero, sono comparsi dei cartelli che sconsigliavano di salire in quota causa neve.

Nel Biellese rischio valanghe marcato
L'ente comunque non ha emanato nessuna ordinanza a riguardo. Fuori uso invece le piste da sci a Bielmonte, che riapriranno con ogni probabilità domani, non appena miglioreranno le condizioni meteo. Chi vorrà inforcare gli sci però dovrà tenere conto dell'elevato pericolo valanghe, e quindi evitare tassativamente i fuoripista. Dall'Arpa Piemonte hanno diramato l'apposito bollettino dove per la giornata odierna e per quella di domani viene indicato un pericolo marcato (livello 3) per la nostra provincia.

Massima prudenza sugli sci
«Su tutta la regione l'attività valanghiva spontanea sarà ancora intensa, con possibili distacchi di numerose valanghe di piccole e medie dimensioni, talvolta, di grandi dimensioni dove i quantitativi di nuova neve saranno maggiori. Le valanghe potranno coinvolgere anche gli strati interni del manto nevoso e raggiungere dimensioni localmente grandi. Il distacco di valanghe è legato in particolare al debole sovraccarico su molti pendii ripidi, indipendentemente dall'esposizione del pendio, nelle zone in prossimità delle creste, come pure nelle conche, nei canaloni e dietro ai cambi di pendenza, soprattutto oltre il limite del bosco. In relazione alle condizioni nivologiche le escursioni con gli sci e le racchette da neve, così come le discese fuori pista richiedono esperienza nella valutazione del pericolo di valanghe e una prudente scelta dell'itinerario».