27 novembre 2021
Aggiornato 06:00
Basket | Lega A2 Gold

Angelico a valanga su Napoli

Partita mai in discussione. I rossoblù s'impongono 88 a 61. Le pagelle, tutti sopra le righe.

BIELLA - Tutto troppo facile per l’Angelico Biella, che come da previsioni straccia le resistenze di Napoli e vince con il punteggio di 88 a 61 al termine di una sfida mai in discussione. I partenopei si sono presentati al «Forum» senza due americani e la stella Valerio Spinelli, la cui somma fa mediamente 45 punti e 16 rimbalzi a partita… Troppo per sperare di fare punti nella tana della Pallacanestro Biella, dove sono cadute anche le grandi del campionato. I problemi dei partenopei sono noti: ritardo nel pagamento degli stipendi e aria di crisi societaria. In città la squadra, per dire, è arrivata in pullman, anziché l’abituale aereo come ogni club che deve affrontare una trasferta così lunga. In campo quindi il match è durato molto poco, giusto la prima frazione. Perché già a 3 minuti e 19 secondi della seconda sirena il punteggio era di 40 a 25 in favore dei rossoblù. Napoli ha provato ad abbassare il ritmo della gara e ad investire su alcuni «mismatch» favorevoli (grazie a Allegretti e Brkic). Troppo poco per l’Angelico, che senza strafare ha comunque avuto sempre l’atteggiamento giusto per evitare strani pericoli. Quindi: 46 a 30 alla sirena lunga. E copione identico nel corso della ripresa, con gli ospiti via via sempre più in difficoltà a contenere le folate rossoblù, anche sul piano fisico. E’ finita sul + 27 per Infanti e compagni una partita mai in discussione e che mostra le anomalie del campionato, dopo il caso di Forlì. Prossima sfida, domenica in trasferta contro Veroli (ultima in classifica).

Angelico Biella-Givova Napoli 88-61
Parziali: 23-16, 46-30, 64-49
Angelico Biella: Chillo 10, Laquintana 16, Infante 5, Lombardi 6, Berti, Raymond 24, Voskuil 23, De Vico 2, Danna, Marzaioli 2. All.: Corbani.
Givova Napoli: Malaventura 12, Perrella n.e., Allegretti 13, Sabbatino 4, Traballesi n.e., Esposito n.e., Testa n.e., Ganeto 9, Traini 5, Brkic 18. All.: Calvani.
Arbitri: Nicolini, Di Toro, Tallon.

Le pagelle, tutti sopra le righe
Laquinata voto 8 - Fa quello che vuole. Per lui oramai ci vogliono ben altri avversari.
Voskuil voto 7 - Meglio nella ripresa rispetto al primo tempo. Aggiusta nell’ultima frazione le statistiche, con alcune perle dalla lunga distanza. Però inutilmente nervoso in una serata facile-facile.
De Vico voto 6 - Duella bene con l’ex Ganeto, più grosso e più esperto. Ma può e deve fare di più. Al tiro poco preciso (1 su 5).
Raymond voto 8 - Una montagna di muscoli troppo alta da scalare per i «lunghi» partenopei. In attacco è praticamente immarcabile. A rimbalzo certo dovrebbe dare di più (ne prende 3).
Chillo voto 7 - Convincente dall’inizio alla fine. Evidenti i segnali di miglioramento. In campo per quasi 25 minuti.
Marzaioli voto 6 - Normale amministrazione, con qualche buon acuto.
Lombardi voto 6 - Una schiacciata spettacolare. Ma tante pause in una sfida dove doveva e poteva dominare grazie al suo fisico strepitoso.
Danna voto 6 - Peccato i tre falli in pochi minuti. Ma ripaga sufficientemente la fiducia del coach con il solito buon senso tattico.
Infante voto 6 - Onesto lavoro da capitano in una serata dove non serviva nulla di più.
Berti voto 6 - Poco in campo, con il tecnico che prova un po’ tutte le soluzioni tattiche possibili per il futuro.
Corbani voto 7 - Riesce a rendere vera una partita che poteva trasformarsi in poco più d’un allenamento. I ragazzi giocano sempre con buona intensità. Lui fa i suoi «esperimenti» e valorizza tutto il gruppo in vista della seconda parte del campionato.