25 aprile 2015
Aggiornato 21:30
> <
RSS
24/04/2015 19:18

Obama sapeva ma ha taciuto?

foto della notizia

Secondo il New York Times, quando Obama ha incontrato Renzi alla Casa Bianca la scorsa settimana già sapeva della morte di Lo Porto, ma ha ordinato che l'episodio fosse poi declassificato e ha taciuto. Inoltre, per la Cnn la famiglia dell'ostaggio statunitense Weinstein avrebbe pagato un riscatto.

24/04/2015 14:45

Pakistan: l'uso dei droni è troppo rischioso

foto della notizia

Islamabad presenta le proprie condoglianze a famiglia cooperante italiano. Il Pakistan si è detto scioccato e dispiaciuto per l'incidente che ha provocato la morte di due ostaggi, e ha ribadito la pericolosità dell'uso dei droni. Strategia che sarebbe, a suo avviso, anche una violazione della sovranità nazionale.

24/04/2015 14:36

Brunetta: «L'Italia viene trattata come l'ultima ruota del carro»

foto della notizia

Il capogruppo di Forza Italia alla Camera, Renato Brunetta, commenta l'intervento del ministro degli Esteri in Aula per l'informativa sulla morte di Giovanni Lo Porto, ucciso al confine tra Pakistan e Afghanistan da un drone statunitense durante un'operazione antiterroristica. Per Brunetta, «Gentiloni non ha detto nulla. In Parlamento si viene a dire la verità non a prendere in giro gli italiani».

24/04/2015 14:22

Al via le consultazioni Onu con le parti in lotta in Siria

foto della notizia

L'emissario dell'Onu per la Siria, Staffan de Mistura, ha dichiarato che comincerà il 4 maggio a Ginevra delle consultazioni separate con le diverse parti in lotta nel conflitto siriano: lo ha annunciato oggi l'Onu. Nessun gruppo terroristico è stato invitato a partecipare, ma ci saranno chi, con i terroristi, ha dei contatti.

24/04/2015 13:47

Gentiloni: dagli Usa, massima trasparenza

foto della notizia

Il Ministro degli Esteri Gentiloni chiarisce le dinamiche in cui è giunta in Italia la notizia della morte di Giovanni Lo Porto, il cooperante italiano rapito in Pakistan nel 2012 e rimasto ucciso in un raid Usa. E garantisce che le verifiche statunitensi sono durate 3 mesi, e da Obama c'è stata la massima trasparenza.

24/04/2015 12:36

Le opposizioni attaccano Gentiloni sul caso Lo Porto

foto della notizia

Il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, svolge l'informativa urgente sull'uccisione, per un «errore» durante un blitz antiterrorismo degli Usa, del cooperante italiano Giovanni Lo Porto. Le opposizioni, da Forza Italia al Movimento Cinque stelle, alla Lega Nord non si fanno persuadere dalle parole del ministro, attaccandolo.

24/04/2015 12:11

Ecco la prima brigata cristiana anti-Isis

foto della notizia

Nasce in Iraq la prima brigata cristiana per la difesa della piana di Ninive nel Nord del Paese attaccata la scorsa estate dalle milizie jihadiste dello Stato Islamico. Avrà il compito controllare le zone liberate dai jihadisti. Sarà composta da 2500 combattenti.

24/04/2015 11:40

Gentiloni: Usa non sapevano della presenza degli ostaggi

foto della notizia

Il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, riferisce in Aula nell'informativa alla Camera sulla morte del cooperante Giovanni Lo Porto, rimasto ucciso in un raid Usa in Pakistan nello scorso gennaio e afferma che il governo degli Stati Uniti conferma che «non vi erano informazioni in base alle quali si potesse prevedere che nel compound».

24/04/2015 11:29

Quartapelle: «I chiarimenti sono stati tempestivi, basta polemiche»

foto della notizia

Lia Quartapelle, deputata del Pd componente della commissione Esteri, durante il dibattito dopo l'informativa del ministro Gentiloni sull'uccisione del cooperante Giovanni Lo Porto, sostiene il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni e afferma: «I chiarimenti su questa vicenda sono stati tempestivi e spero aiutino a fermare le polemiche in un giorno di dolore come questo».

24/04/2015 11:27

Libia, esercito laico alle porte della capitale

foto della notizia

In Libia le unità dell'esercito nazionale fedeli al governo di Tobruk, riconosciuto dalla comunità internazionale, sarebbero arrivate a 12 chilometri dalla capitale Tripoli, che da giugno scorso è controllata dalle milizie islamiste fedeli ala governo dei Fratelli Musulmani, rivali di quello di Tobruk.

24/04/2015 10:36

Tofalo: «Giovanni è stato ammazzato due volte»

foto della notizia

«Cosa è andato a fare Renzi da Obama? A vendere armi?». Dal Movimento 5 Stelle esplode l'invettiva contro il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, arrivato in Aula per riferire in merito alla tragica morte di Giovanni Lo Porto, cooperante italiano da quattro anni nelle mani dei terroristi e ucciso a gennaio da un drone americano.

24/04/2015 10:06

L'Isis in Yemen promette: «Sgozzeremo sciiti Houthi»

foto della notizia

Il primo video dello Stato islamico (Isis) nello Yemen; un filmato spettacolare, in stile hollywoodiano che annuncia "ufficialmente" l'arrivo dei "Soldati del Califfato" nel Paese arabo per "sgozzare" le milizie sciite Houthi. Il video giunge all'indomani della fine dell'offensiva della coalizione guidata dall'Arabia Saudita.

23/04/2015 17:08

Siria, l'Isis lapida due ragazzi gay

foto della notizia

«Allah perdonali ed abbia misericordia di loro», con questa didascalia, i jihadisti dello Stato Islamico (Isis) hanno postato in rete le fotografie della lapidazione di due ragazzi gay «presi in flagranza» avvenuta davanti alla folla di abitanti di una località non meglio precisata della provincia di Homs nel centro della Siria.

23/04/2015 17:05

Ecco chi era Giovanni Lo Porto

foto della notizia

Giovanni Lo Porto, 40 anni, cooperante italiano, era stato rapito in Pakistan dai jihadisti il 19 gennaio del 2012. E' stato ucciso il 3 gennaio scorso in un'operazione antiterrorismo statunitense, come rivelato oggi dalla Casa Bianca: dal giorno del suo sequestro non si erano avute più sue notizie. Ecco chi era.

23/04/2015 16:29

Giovanni Lo Porto ucciso nei raid Usa contro al Qaida

foto della notizia

Giovanni Lo Porto, l'italiano rapito da al Qaida nel gennaio 2012 in Pakistan, è stato ucciso accidentalmente durante un'operazione dell'antiterrorismo statunitense lo scorso gennaio al confine con l'Afghanistan, insieme a un ostaggio americano. Lo rende noto la Casa Bianca in un comunicato diffuso oggi.

23/04/2015 12:40

Da gennaio, la Francia ha sventato cinque attentati

foto della notizia

Dopo lo sventato attacco a due chiese parigine, il premier francese Manuel Valls ha sottolineato che la Francia non è mai stata così gravemente minacciata dal terrorismo come in questa fase. Dall'inizio del 2015, infatti, sono stati sventati cinque attentati. E ben 1600 residenti in Francia o cittadini francesi hanno contatti con il terrorismo.

23/04/2015 12:24

Berlusconi: «Renzi sta creando una dittatura»

foto della notizia

"No al Nazareno", "governo ha fallito su tutto", "Renzi ha bulimia di potere", "situazione Libia". Un foglietto, con gli appunti per il suo intervento riassunti per capitoletti: Silvio Berlusconi torna così a incontrare (separatamente) deputati e senatori di Forza Italia per cercare di mettere ordine nel marasma azzurro.

23/04/2015 11:47

Libia: non accettiamo che l'Occidente bombardi le nostre coste

foto della notizia

Il governo di Tripoli, non riconosciuto dall'Occidente, si dice pronto a collaborare con le autorità europee per fermare il flusso di migranti, ma il dialogo rimane molto difficile. Perché non accetterà bombardamenti sulle sue coste per distruggere i barconi dei trafficanti, e ribadisce la necessità che l'Ue tratti con Tripoli prima di agire.

23/04/2015 10:38

L'Isis sbarca anche in Yemen

foto della notizia

Una nuova unità dell'organizzazione jihadista dello stato Islamico (Isis) ha rivendicato l'uccisione di cinque ribelli sciiti Houthi nella città di Yarim, nella provincia di Ibb, nel centro dello Yemen, una zona considerata finora come zona di influenza esclusiva di Al Qaida, che ugualmente considera gli Houthi come eretici.

23/04/2015 10:16

Arabia Saudita, in Yemen missione compiuta?

foto della notizia

Dopo quattro settimane di raid aerei, l'Arabia Saudita è riuscita a indebolire pesantemente i ribelli sciiti in Yemen ma il regno ha ancora molta strada da percorrere per portare la pace nel Paese vicino, dove al Qaida resta molto attiva. L'annuncio della fine dei raid, allora, sarebbe in gran parte simbolico, e gli scontri militari proseguono.

23/04/2015 10:00

Arabia Saudita: se i ribelli ci attaccano, reagiremo

foto della notizia

L'Arabia Saudita, che ha annunciato la fine della sua campagna di bombardamenti in Yemen, risponderà in caso di azione aggressiva degli Houthi. Lo ha dichiarato da Washington l'ambasciatore saudita Adel al Jubeir. Da parte loro, i ribelli chiedono la cessazione completa dei raid e l'apertura dei negoziati sotto l'egida Onu.

22/04/2015 21:39

Non solo Giappone. Il mistero dei droni per i cieli di tutto il pianeta

foto della notizia

Ha fatto scalpore la notizia del ritrovamento di un piccolo drone sul tetto dell’ufficio del premier nipponico Shinzo Abe a Tokyo. Ma l'allarme non è solo gapponese: episodi di questo genere si sono moltiplicati in tutto il mondo. Dal drone nel giardino della Casa Bianca, ai velivoli misteriosi su Parigi, tali vicende dimostrano quanto i controlli siano ancora difficili.

22/04/2015 13:08

Yemen, i raid continuano nonostante l'accordo

foto della notizia

Aerei della coalizione araba guidata dall'Arabia Saudita hanno colpito postazioni dei ribelli nella città yemenita di Taez dopo un'avanzata delle milizie ribelli Houthi in città; e nonostante la conclusione dell'offensiva aereo-navale denominata "Tempesta Decisiva" annunciata dall'Arabia Saudita.

22/04/2015 11:42

Terrore su Parigi, le chiese nel mirino

foto della notizia

Sarebbe stata una minaccia terroristica senza precedenti, per natura e dimensioni. Ma l'attacco è stato sventato: arrestato un 24enne, probabilmente algerino e aspirante jihadista in Siria. Nella sua auto e nella sua abitazione, rivenuto un arsenale di armi da guerra e di altro genere.

22/04/2015 11:11

Il drone era radioattivo

foto della notizia

La polizia giapponese ha rilevato tracce di cesio radioattivo sul piccolo drone che è stato scoperto oggi sulla piattaforma per elicotteri che si trova sul tetto del Kantei, la Residenza del primo ministro del Giappone. La quantità non sarebbe però pericolosa. Al drone era legata una boccetta di liquido, ora sotto analisi.

22/04/2015 10:31

Preparava attentati a chiese. Arrestato

foto della notizia

Un uomo che progettava un attentato contro una o due chiese è stato arrestato a Parigi. Lo ha annunciato il ministro dell'Interno, precisando che l'attentato sarebbe stato imminente. L'uomo, pare, era in possesso di un arsenale di diverse armi da guerra.

22/04/2015 10:23

Yemen, via libera alla Speranza

foto della notizia

La coalizione araba ha annunciato la fine dell'operazione «Tempesta decisiva» in Yemen, e ha lanciato la nuova campagna «Restoring Hope», volta a rilanciare il processo politico. Soddisfazione dagli Stati Uniti, che esortano le parti a rilanciare i colloqui. Ma questa mattina i combattimenti sono proseguiti nel Sud del Paese.

22/04/2015 10:14

Un drone sopra la testa del premier giapponese

foto della notizia

Un piccolo drone dotato di videocamera è stato trovato sul tetto del Kantei, l'Ufficio del primo ministro del Giappone, a Tokyo. Lo staff della residenza ufficiale del capo del governo ha scoperto un piccolo velivolo senza pilota lungo 50 centimetri sul tetto dell'edificio di cinque piani, che è nel centro di Tokyo, verso mezzogiorno locale.

22/04/2015 09:02

Obama: il mondo islamico è nel caos

foto della notizia

Dopo la tragedia del naufragio del barcone con oltre 800 migranti a bordo nel Canale di Sicilia, è intervenuto da oltreoceano Barack Obama, che ha sottolineato quanto in Libia e nel mondo arabo in generale imperversi il caos. Intanto, Ban Ki-Moon, a colloquio telefonico con Renzi, ha espresso apprezzamento per quanto fatto dall'Italia.

21/04/2015 15:40

Ferito gravemente il Califfo

foto della notizia

Il leader dello Stato islamico, Abu Bakr al-Baghdadi, sarebbe stato ferito gravemente in un raid aereo nell'Ovest dell'Iraq. L'attacco aereo della coalizione Usa sarebbe avvenuto il 18 marzo scorso. Pare che le sue condizioni siano state tanto gravi che gli altri leader dell'Is si siano consultati sul nome del successore

> <