28 maggio 2015
Aggiornato 03:30
> <
RSS
26/05/2015 14:00

Ramadi divide USA e Iraq, con l'Isis «sarà una lunga guerra»

foto della notizia

Ne è convinto Faleh A. Jabar, direttore dell'Iraq Institute for Strategic Studies, secondo il quale dietro le dure critiche statunitensi alle forze irachene si nasconde la reale intenzione di Washington di spingere per una «riforma della Guardia nazionale che preveda un'attiva partecipazione della popolazione» nella lotta ai terroristi dell'Isis.

25/05/2015 16:36

Nigeria, altre dieci vittime di Boko Haram

foto della notizia

E' di almeno dieci morti il bilancio delle vittime di un attacco delle milizie jihadiste nigeriane di Boko Haram su un villaggio dello stato nigeriano dell'Adamawa: lo hanno reso noto fonti governative locali, precisando che le vittime sono state uccise nel sonno a colpi di machete.

23/05/2015 06:00

La guerra al terrorismo avrà mai fine?

foto della notizia

Fu George Bush a parlarne per primo dopo l'11 settembre; ma «guerra al terrorismo» è un'espressione quasi paradossale. Perché il nemico è un bersaglio fluido, astratto, sempre più difficile da definire e contrastare con strumenti bellici. E perché, ormai, è diventata un'emergenza permanente

22/05/2015 19:00

Isis, disumani anche con l’arte e con la storia

foto della notizia

La conquista della città siriana di Palmira, ricca di reperti archeologici, fa crescere l'allarme. Perché la furia dell'Isis si abbatte anche sul patrimonio archeologico, emblema di idolatria. Salvo poi, però, rivenderne una parte illegalmente per ingrossare le sue casse

18/05/2015 16:11 Video

Mattarella a Tunisi: in Libia soluzione politica non militare

foto della notizia

Per la pacificazione in Libia «occorre una soluzione politica non militare che consenta un governo di unità nazionale che riporti uno Stato funzionante in quel Paese». Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella parlando dalla Tunisia, dove ha incontrato il presidente, Beji Caid Essebsi.

18/05/2015 10:46

L'Isis in Europa sui barconi della disperazione?

foto della notizia

Ha fatto scalpore l'intervista alla Bbc del consigliere del governo di Tobruk Abdul Basit Haroun, secondo cui nei barconi dei migranti si nasconderebbero combattenti dell'Isis. Un allarme già lanciato da altre fonti, tra cui l'Egitto. Ma quanto è verosimile che gli uomini del Califfo usino i barconi per raggiungere l'Europa?

15/05/2015 15:30

Immigrazione, Salvini: Alfano sei ridicolo

foto della notizia

Tre algerini sottoposti al provvedimento di respingimento hanno forzato il portellone alare e sono fuggiti dall'areo che li avrebbe portati fuori dall'Italia. La Lega Nord attacca il governo incapace di gestire l'emergenza in corso: per Calderoli «sembra una barzelletta, ma non c'è niente da ridere».

15/05/2015 12:08

Isis, confermata la morte del numero due al Afri

foto della notizia

Il ministero della Difesa iracheno ha confermato la morte del numero due dello Stato Islamico (Isis), Abu Alaa al Afri, rimasto ucciso - secondo Baghdad - in un raid aereo contro la moschea dei Maritri in una località vicina a Tel Afar a una cinquantina di chilometri a ovest di Mosul, roccaforte del Califfato nel Nord dell'Iraq.

13/05/2015 18:31

Ucciso il numero 2 del Califfato nero

foto della notizia

Durissimo colpo allo Stato Islamico (Isis), che vede eliminato il suo probabile nuovo capo: proprio in questi giorni doveva essere scelto il successore del Califfo Abu Bakr al Baghdadi, che sarebbe rimasto paralizzato in seguito da un raid Usa, e oggi è stata annunciata l'uccisione di Al Afri, numero due e leader di facto dell'organizzazione terroristica.

13/05/2015 10:17

Iniziata la tregua umanitaria in Yemen

foto della notizia

E' entrata in vigore alle 23 locali, le 22 di ieri in Italia, la tregua umanitaria nello Yemen, proposta dall'Arabia Saudita per consentire la distribuzione di aiuti alla popolazione gravemente colpita dalla guerra. «E' assolutamente cominciata», ha dichiarato un portavoce della coalizione guidata da Riad.

12/05/2015 13:02

«Le istituzioni indipendenti operino nell'interesse del popolo libico»

foto della notizia

«I governi di Francia, Germania, Italia, Spagna, Gran Bretagna e Stati Uniti ribadiscono il loro forte impegno per la sovranità, l'indipendenza, l'integrità territoriale e l'unità nazionale della Libia, e affinché le risorse economiche del Paese siano utilizzate per il benessere della popolazione libica»: è quanto si legge in una dichiarazione congiunta dei sei Paesi diffusa questa mattina.

12/05/2015 12:35

Ti sposo, ma da kamikaze

foto della notizia

Ti sposo ma solo se mi fai morire da kamikaze. E' questa, in sostanza, l'unica condizione posta "contrattualmente" da una ragazza per pronunciare il fatidico sì alle nozze con un jihadista dello Stato islamico (Isis): la copia del contratto di matrimonio tra i due è stata diffuso oggi sui social network.

> <