28 luglio 2015
Aggiornato 03:00
> <
RSS
03/07/2015 10:02

Una nuova moschea per Erdogan

foto della notizia

Con quattro minareti, 5.175 metri quadrati di superficie, la struttura, chiamata «Moschea del popolo di Bestepe», dal nome del quartiere periferico della capitale turca dove sorge, è stata fortemente voluta dal capo di stato turco nonostante le polemiche per i costi legati alla nuova residenza e alle strutture interne.

15/06/2015 20:00

Le 3 cose dell'Isis che abbiamo sottovalutato

foto della notizia

A un anno dalla presa di Mosul, l'Isis ha dimostrato capacità di espansione, abilità a sfruttare le debolezze degli avversari e attitudine a controllare i territori conquistati. Al contrario, la strategia della coalizione guidata dagli Usa ha fatto troppi buchi nell'acqua. Abbiamo sottovalutato la minaccia del Califfato nero?

29/05/2015 06:00

Isis, cosa non va della strategia di Obama?

foto della notizia

Sembra che l'Isis sia in grado di far perdere di credibilità a Barack Obama. Perché la strategia Usa per fermarne l'avanzata è evidentemente inefficace, e lo Stato Islamico continua ad espandersi sul territorio. Sotto accusa, la strategia aerea. Ma che cosa, davvero, non sta funzionando?

25/05/2015 16:36

Nigeria, altre dieci vittime di Boko Haram

foto della notizia

E' di almeno dieci morti il bilancio delle vittime di un attacco delle milizie jihadiste nigeriane di Boko Haram su un villaggio dello stato nigeriano dell'Adamawa: lo hanno reso noto fonti governative locali, precisando che le vittime sono state uccise nel sonno a colpi di machete.

23/05/2015 06:00

La guerra al terrorismo avrà mai fine?

foto della notizia

Fu George Bush a parlarne per primo dopo l'11 settembre; ma «guerra al terrorismo» è un'espressione quasi paradossale. Perché il nemico è un bersaglio fluido, astratto, sempre più difficile da definire e contrastare con strumenti bellici. E perché, ormai, è diventata un'emergenza permanente

22/05/2015 19:00

Isis, disumani anche con l’arte e con la storia

foto della notizia

La conquista della città siriana di Palmira, ricca di reperti archeologici, fa crescere l'allarme. Perché la furia dell'Isis si abbatte anche sul patrimonio archeologico, emblema di idolatria. Salvo poi, però, rivenderne una parte illegalmente per ingrossare le sue casse

18/05/2015 10:46

L'Isis in Europa sui barconi della disperazione?

foto della notizia

Ha fatto scalpore l'intervista alla Bbc del consigliere del governo di Tobruk Abdul Basit Haroun, secondo cui nei barconi dei migranti si nasconderebbero combattenti dell'Isis. Un allarme già lanciato da altre fonti, tra cui l'Egitto. Ma quanto è verosimile che gli uomini del Califfo usino i barconi per raggiungere l'Europa?

15/05/2015 12:08

Isis, confermata la morte del numero due al Afri

foto della notizia

Il ministero della Difesa iracheno ha confermato la morte del numero due dello Stato Islamico (Isis), Abu Alaa al Afri, rimasto ucciso - secondo Baghdad - in un raid aereo contro la moschea dei Maritri in una località vicina a Tel Afar a una cinquantina di chilometri a ovest di Mosul, roccaforte del Califfato nel Nord dell'Iraq.

12/05/2015 13:02

«Le istituzioni indipendenti operino nell'interesse del popolo libico»

foto della notizia

«I governi di Francia, Germania, Italia, Spagna, Gran Bretagna e Stati Uniti ribadiscono il loro forte impegno per la sovranità, l'indipendenza, l'integrità territoriale e l'unità nazionale della Libia, e affinché le risorse economiche del Paese siano utilizzate per il benessere della popolazione libica»: è quanto si legge in una dichiarazione congiunta dei sei Paesi diffusa questa mattina.

08/05/2015 17:19

Isis e talebani, il sodalizio del terrore

foto della notizia

Nel Nord dell'Afghanistan prove di alleanza tra due gruppi jihadisti, fino ad oggi dichiaratamente ostili: un possibile sodalizio tra lo Stato Islamico (Isis) ed il movimento dei talebani, che potrebbe aggravare la minaccia, già alta, alla stabilità del governo di Kabul.

06/05/2015 15:28

L'Isis è un brand sfruttato da tutti

foto della notizia

Che sia legato o no alla sparatoria in texas, quello dell'Isis è brand sfruttato da tutti. Nelle settimane precedenti al tentato attentato terroristico, Simpson ha chiaramente esposto le sue idee su Twitter, dove vantava contatti con alcuni membri dell'organizzazione.

06/05/2015 05:00

L'Islam offeso che risponde con violenza

foto della notizia

La sparatoria in Texas è solo l'ultimo di una lunga serie di episodi simili. Dall'attentato a Charlie Hebdo, all'uccisione di Theo Van Gogh, la vicenda segue il copione dell'Islam «offeso», che reagisce con violenza a forme d'espressione occidentali volutamente provocatorie. Un copione che spinge a chiedersi se la libertà d'espressione debba avere dei limiti, e, eventualmente, quali.

> <