5 marzo 2015
Aggiornato 05:00
> <
RSS
05/03/2015 05:00

Pesco: «Le banche devono finire di privilegiare gli amici degli amici»

foto della notizia

Il deputato 5Stelle Daniele Pesco spiega al DiariodelWeb.it i tanti motivi delle degenerazioni del sistema creditizio a cui i fatti di cronaca ci hanno abituato: dal fenomeno dei fidi facili, alle speculazioni. Situazione favorita da leggi poco severe, assenza di una riforma della prescrizione, vigilanza inefficace e condizioni poco favorevoli all'immediato intervento della Magistratura.

04/03/2015 09:34

Cessione «accelerata» quote ENEL per 2,2 miliardi di euro. Perché?

foto della notizia

Dorina Bianchi (Ap) ha portato all'attenzione della Camera la recente cessione di quote Enel decisa dal MEF, avvenuta mediante una procedura con cui vengono vendute ad investitori istituzionali quote societarie rilevanti, con operazioni molto celeri, svincolate dalla necessità di pubblicità e a prezzi scontati. Cosa che ha già provocato un ribasso azionario di Enel sui mercati.

03/03/2015 21:45

Borghi: Banche da salvare? Per l'Europa, a spese dei risparmiatori

foto della notizia

Claudio Borghi commenta il fallimento pilotato della Heta Asset Resolution, bad bank austriaca. A rimetterci questa volta, grazie al sistema di bail-in introdotto da regole europee, sono i correntisti. Se tale sistema diverrà generalizzato, spiega Borghi, a pagarne le conseguenze saranno le banche dei Paesi più fragili, e i rispettivi risparmiatori. E le banche non saranno più sicure

03/03/2015 14:04

M5S: Con il «Salva Ilva» il governo aiuta le banche

foto della notizia

In una nota Francesco Cariello, deputato del M5S, commentando la decisione del governo di introdurre una norma nel decreto Ilva che duplica il comma 246 già incluso nella legge di stabilità e di cui Cariello è stato il promotore, accusa il governo di aver creato un decreto inaccettabile e inutile.

02/03/2015 19:00

Busin: le banche popolari fuzionano. Renzi pensa ad altro

foto della notizia

Via libera, in queste ore, alla discussione dei circa 700 emendamenti proposti per attenuare l'effetto della riforma sulle banche popolari. Filippo Busin (LN) si dice critico sulla forma (decreto) e sulla sostanza della riforma, che, sostiene, smantellerà la missione di sostegno e vicinanza al territorio delle banche popolari, e aprirà la strada a speculazioni e fondi di investimento stranieri.

24/02/2015 13:30

Fedriga: trasparenza in Svizzera sì, ma in Banca Etruria no?

foto della notizia

Massimiliano Fedriga spiega al DiariodelWeb.it le sue perplessità sull'accordo Italia-Svizzera sul segreto bancario, che dubita sarà efficace come l'esecutivo promette. Soprattutto, però, l'esponente della Lega denuncia la selettività del Governo a promuovere la trasparenza in campo bancario, soprassedendo invece dove non gli conviene farlo: in primis, in Banca Etruria.

23/02/2015 21:04

Padoan sigla con la Svizzera la fine del segreto bancario

foto della notizia

Italia e Svizzera hanno firmato oggi, a Milano, un accordo che sancisce la fine del segreto bancario nel Paese elvetico. Dopo tre anni di trattative, Gian Carlo Padoan e l'omologa svizzera Eveline Widmer-Schlumpf siglano il patto che prevede lo scambio di informazioni tra i due Paesi, automatico dal 2017, e l'uscita della Svizzera dalla black list dei Paesi considerati paradisi fiscali.

23/02/2015 17:30

Accordo Italia-Svizzera, cade il segreto bancario

foto della notizia

Il protocollo, che prevedendo lo scambio di informazioni su richiesta ai fini fiscali secondo lo standard Ocse pone fine al segreto bancario, è stato firmato per l'Italia dal ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan, e per la Svizzera dal Capo del Dipartimento federale delle finanze Eveline Widmer-Schlumpf.

23/02/2015 17:30

Padoan: «Il sistema ha bisogno di una bad bank»

foto della notizia

Il Ministro dell'Economia, Pier Carlo Padoan, ha rilanciato l'idea di una bad bank italiana, per alleggerire le nostre banche dal peso dei loro crediti deteriorati. Ma quali sono i rischi di un intervento del genere, e come dovrebbe concretizzarsi? L'esempio spagnolo non è facilmente replicabile in Italia.

18/02/2015 15:17

Cosa sta succedendo alle banche italiane?

foto della notizia

Sedici gli istituti di credito commissariati, incursioni della Guardia di Finanza, scandali politici che coinvolgono gli uomini (e le donne) cari a Renzi, accuse di insider trading e un decreto piuttosto ambiguo per riformare le popolari. Ecco l'identikit dello stato di salute delle nostre banche.

18/02/2015 14:59

Bankitalia: siamo contro la dittatura delle minoranze

foto della notizia

«Per intermediari della dimensione e della complessità delle 10 maggiori popolari italiane la forma societaria cooperativa è un handicap, che va rimosso al più presto», ha esordito il direttore generale della Banca d'Italia, Salvatore Rossi, in un'audizione alla Camera. Il dg ha ricordato che sono nate «nel XIX secolo e sono oggi una peculiarità del nostro Paese»

16/02/2015 23:59

Borghi: «Diciamo sì allo Stato in Mps, purchè ne esca il Pd»

foto della notizia

Per Claudio Borghi, vista la situazione emergenziale, non è scandaloso che lo Stato diventi azionista del Monte dei Paschi di Siena. E' scandaloso, piuttosto, «che chi ha causato il disastro, in quanto partito di governo, si troverà a nominare i nuovi membri del Cda». Intanto, le degenerazioni del settore creditizio si moltiplicano, e lo Stato, dopo le privatizzazioni, torna a farsi «banchiere».

08/02/2015 06:09

Visco apre alla «bad bank»

foto della notizia

Il governatore di Bankitalia tuttavia pone una serie di condizioni per realizzare lo strumento con l'intervento pubblico. Giudizi favorevoli alla bad bank dal mondo dei banchieri.

08/02/2015 05:21

Le «bad bank» in Europa, dalla Spagna all'Irlanda

foto della notizia

Dopo Irlanda, Spagna e Slovenia anche l'Italia potrebbe costituire una bad bank, uno strumento dove far confluite i crediti deteriorati. Il governatore di Bankitalia Ignazio Visco ha aperto a tale ipotesi ma a determinate condizioni e favorevoli a una bad bank di sistema anche alcuni tra i principali banchieri italiani.

07/02/2015 12:52

Banche Popolari, Visco promuove il Governo

foto della notizia

Effetto «quantitative easing» sulla crescita italiana, via libera alla «bad bank», a condizione che non rappresenti un aiuto di Stato e che sia remunerativa per chi interviene a sostegno degli istituti di credito, apprezzamento per l’operato del governo Renzi sul Jobs Act e sulla riforma delle popolari. Questi i temi trattati dal Governatore della Banca d'Italia al congresso Assiom-Forex

06/02/2015 17:00

Guidesi: «Dietro il decreto sulle banche popolari si nascondono gli interessi di un Ministro caro a Renzi»

foto della notizia

Matteo Renzi ha annunciato di voler mettere la fiducia sul decreto delle banche popolari, ma la Lega Nord è fortemente contraria perché ritiene che il governo stia proteggendo gli interessi di pochi a spese di molti. Cosa si nasconde davvero dietro questo decreto? Ce lo spiega il leghista Guido Guidesi, che ha rilasciato un'intervista per DiariodelWeb.it.

05/02/2015 19:00

Grandi manovre per Mps. Ma chiude Siena Biotech

foto della notizia

Grandi manovre per Mps. Il presidente Alessandro Profumo e l'ad Fabrizio Viola saranno confermati al vertice della Fondazione, che si prepara ad un aumento di capitale da 2,5 miliardi. Intanto, però, si è aperta la procedura di licenziamento collettivo per tutti i 50 lavoratori della Siena Biotech, partecipata della Fondazione. E la Cgil protesta.

05/02/2015 05:41

Tancredi: «La fiducia al governo Renzi non è in discussione»

foto della notizia

Il premier, Matteo Renzi, ha deciso di imporre la fiducia sulla Riforma delle banche popolari, ma il nuovo centro destra non è d'accordo. Che ne sarà della maggioranza di governo, e cosa farà Alfano? L'abbiamo chiesto al deputato di NCD Paolo Tancredi, capogruppo della Commissione Parlamentare Bilancio e Tesoro, che ha rilasciato una dichiarazione per i lettori di DiariodelWeb.it.

31/01/2015 05:00

Cdp, da ora non solo soldi al pubblico, ma anche al privato

foto della notizia

Il presidente della Cassa depositi e prestiti Bassanini ha annunciato il cambio di statuto del gruppo pubblico: grazie allo Sblocca-Italia, infatti, la Cdp potrà sostenere non solo soggetti pubblici, ma anche privati, che intendano investire in settori di interesse generale e in opere di pubblica utilità. Grazie ai depositi dei risparmiatori, la Cdp continua a guadagnare.

30/01/2015 16:42

Popolari: per Bazoli la riforma è ok

foto della notizia

Il presidente del consiglio di sorveglianza di Intesa Sanpaolo ha spiegato che il dl per trasformare le «banche cooperative» con più di 8 miliardi di euro di attivi in Spa, non è un «attacco del governo al modello» perché si applica solo a un numero limitato di istituti». Anzi, è «un intervento di grande portata»

29/01/2015 18:25

Mps: il tribunale condanna, la Borsa pure

foto della notizia

Monte dei Paschi di Siena ha terminato la sua giornata nera in Borsa, toccando il minimo storico a 0,4205 euro (-6%). La reazione dei mercati è legata alla pubblicazione delle motivazioni della sentenza di condanna a 3 anni e 6 mesi nei confronti dell'ex presidente Mussari, dell'ex capo dell'Area finanza, Gianluca Baldassarri, e dell'ex dg Antonio Vigni

28/01/2015 22:38

Mercati in pressing su Tsipras

foto della notizia

Un vero mercoledì nero per la Borsa di Atene che lascia sul terreno il 9,24%. La pioggia di vendite ha colpito soprattutto le banche elleniche, i cui titoli hanno accusato flessioni superiori al 20%.

28/01/2015 22:08

Universo Popolari, ecco cosa nasconde

foto della notizia

Dal 20 gennaio scorso, quando per decreto il governo ha deciso di mettere mano alla governance delle banche popolari, è un susseguirsi di analisi che si concludono tutti o quasi con un giudizio negativo sull'operazione. Pochissime invece le opinioni «fuori dal coro», alle quali proveremo a dare voce

28/01/2015 13:41

L'usura, la faccia più brutta della crisi

foto della notizia

Tra i peggiori effetti della crisi economica, la crescita incontrollata dell'attività usuraia. Tra le vittime, famiglie e ceto medio, oltre alle imprese. La deputata di Sel Lara Ricciatti sottolinea l'incredibile espansione del fenomeno in una regione, come le Marche, tradizionalmente da esso poco interessata. In Italia, tra il 2011 e il 2013 tale piaga sociale è cresciuta del 30%

> <

Ultime notizie

Leggi tutte

I più visti

» Top 50